Ricostruzione unghie

facebooktwittergoogle_pluspinterestby feather

Puoi avere anche tu mani curate ed eleganti !

La cura delle mani è fondamentale ed in particolare quella delle unghie: quando si presentano sane, curate e lucenti costituiscono un punto di bellezza sia in una donna che in un uomo. Oggi, grazie al metodo della ricostruzione delle unghie, potrai avere mani belle e curate sempre. A seconda delle tue necessità questo trattamento può essere abbinato anche a una manicure.

La ricostruzione delle unghie viene eseguita utilizzando la tecnologia fotoindurente, già nota alla medicina dentale, che unisce le nuove unghie a quelle naturali senza lasciare traccia. Il risultato è sorprendente: unghie completamente nuove!

Il gel fotoindurente può essere sia monofasico che bifasico; quello utilizzato nel nostro istituto è principalmente il bifasico, costituito da due tipi di gel che vengono applicati in sequenza uno sopra l’altro e induriti grazie a una lampada a raggi ultravioletti che ne permette la catalizzazione.

La prima fase consiste nell’applicare un prodotto aggrappante che viene polimerizzato
in lampada ultavioletti. La seconda applicazione viene fatta con un gel molto resistente sempre polimerizzato in lampada, per concludere, dopo il modellamento del gel, con la stesura di un lucido che rende l’unghia brillante.

Il gel fotoindurente garantisce un risultato finale molto naturale, è la tecnica più richiesta.

Il gel fotoindurente trifasico è ottimo per la ricostruzione dell’unghia con tip (punta dell’unghia preformata realizzata in vetroresina, resistente e flessibile) e per la copertura dell’unghia, senza allungamento, per renderla più forte e resistente.

Nel caso di onicofagia, invece, quando l’unghia si presenta eccessivamente corta, si comincia con una ricostruzione con gel fotoindurente monofasico per riformare il letto unghiale (adatto anche all’onicofagia nell’uomo) e solo successivamente si passa al gel trifasico.

Ma quanto dura una ricostruzione?
Se applichiamo una tip sopra l’unghia naturale salvaguardiamo quest’ultima da traumi esterni e favoriamo la sua ricrescita spontanea. L’unghia naturale, crescendo, porterà “in avanti” anche l’unghia artificiale che verrà quindi limata periodicamente come un’unghia vera finchè l’unghia ricostruita sarà completamente consumata, lasciando il posto all’unghia naturale che nel frattempo avrà raggiunto la lunghezza desiderata.

È necessario comunque effettuare una “manutenzione” ogni quattro settimane circa per coprire la ricrescita dell’unghia naturale e ripristinare eventuali rotture o scollamenti accidentali.
Devi seguire infine pochissime e semplicissime regole:

  • utilizzare un solvente SENZA ACETONE;
  • curare la pelle intorno all’unghia utilizzando oli o creme specifiche (presso il nostro centro estetico sono in vendita matite emollienti per le cuticole, soluzione pratica, veloce ed economica);
  • utilizzare guanti per proteggere il gel dall’aggressione dei detersivi.

Dimmi che unghie hai e ti dirò come stai !

Dimmi che unghie hai e ti dirò come stai. Lunghe e curate oppure corte e mangiucchiate o, ancora, di dimensioni irregolari e un po’ abbandonate a se stesse: qualunque sia il loro aspetto, le unghie delle nostre mani raccontano moltissimo di noi, del nostro carattere, delle nostre emozioni, delle nostre ansie. Ma non si limitano a questo: possono persino rivelarci se nel nostro organismo c’è qualcosa che non va come dovrebbe.

Le unghie sono infatti composte di cheratina e, in percentuale minore, di aminoacidigrassizuccherimineralivitamine: per questo, il loro aspetto e i loro cambiamenti possono essere sintomi di carenze nutrizionali più o meno gravi e persino di patologie in atto. Basta imparare ad osservarle.

Ecco ad esempio dei casi in cui le unghie possono fungere da spie della nostra forma fisica e del nostro stato di salute:

– Unghie con macchie bianche Molto spesso, le macchioline bianche che compaiono sulla superficie dell’unghia sono bolle d’aria causate da piccoli traumi (proprio per questo sono piuttosto frequenti nei mangiatori di unghie). In alternativa, possono rivelare una carenza di zinco nell’organismo.

– Unghie striate in orizzontale Se le vostre unghie presentano delle striature orizzontali, ciò potrebbe significare che non assumete la giusta quantità di vitamina A, di vitamine del gruppo B oppure di calcio. L’unico rimedio è una dieta più varia ed equilibrata.

– Unghie striate in verticale Le unghie che presentano striature in verticale sono sintomo di carenze nutrizionali e in particolare di una possibile insufficienza nell’apporto di ferro.

– Unghie ispessite Le unghie che diventano mano a mano più spesse potrebbero rivelare l’esistenza di problemi circolatori, dovuti a carenze nel sistema cardio-vascolare.

– Unghie molto fragili o scheggiate Molto spesso, le unghie fragili sono una conseguenza delle nostre attività quotidiane, dal lavaggio di piatti e indumenti a mano, senza guanti, all’uso di sostanze o di detergenti particolarmente aggressivi. In alcuni casi, però, possono indicare una carenza nutrizionale, da combattere migliorando l’apporto quotidiano di vitamineproteinesali minerali, oppure possono essere sintomo di problemi alla tiroide (in particolare se le unghie sono morbide e prive di lunula).

– Unghie “a cucchiaio” Se le vostre unghie, in assenza di traumi, sono scavate verso l’interno e sporgenti verso l’esterno, fino ad assumere la curiosa forma di un cucchiaio, potrebbero indicarvi che avete una forte carenza di ferro oppure delle disfunzioni alla tiroide.

– Unghie blu intorno alla lunula Quando le unghie assumono un colore bluastro tutto intorno alla lunula possono rivelare problemi respiratori piuttosto seri.

– Unghie bianche Le unghie molto pallide, quasi bianche, possono essere sintomo di anemia, di disfunzioni ai reni oppure di problemi al fegato.

– Unghie gialle Le unghie sono spesso ingiallite dal contatto con particolari sostanze, come ad esempio la nicotina per i fumatori. Se questo non è il vostro caso, sappiate che le unghie gialle possono essere spie di problemi respiratori oppure di diabete o, infine, di disfunzioni epatiche.

Avvertenze Per prendervi davvero cura delle vostre unghie (oltre che della vostra salute…) è importante difenderle da traumi e microtraumi, magari utilizzando dei guanti quando si svolgono lavori e mansioni varie, e variare la vostra dieta, in modo che vi dia il giusto apporto di proteine (fondamentali per la formazione e la crescita dell’unghia), di vitamine (in particolare A, B e D) e di sali minerali (quali ad esempio magnesio e ferro).

In ogni caso, se guardando le vostre unghie notate dei cambiamenti evidenti e vi assale il sospetto che ci sia qualcosa di strano, non lasciatevi andare ad allarmisminon ricorrete a diagnosi fai-da-te: piuttosto, parlatene con un medico!

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmailby feather

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *